Suzuki per il talento femminile con Premio Valeria Solesin

Dedicato a ricercatrice scomparsa nell'attentato al Bataclan

Redazione ANSA Milano

Si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia conclusiva della sesta edizione del Premio Valeria Solesin, dedicato alla giovane ricercatrice veneziana, tragicamente scomparsa nell'attentato del Bataclan di Parigi del 13 novembre 2015.
    Promosso dal Forum della Meritocrazia, da Allianz Partners e patrocinato da Suzuki assieme ad altre aziende e associazioni, il Premio, per la sua cerimonia finale, ha visto la presenza di Luciana Milani, madre di Valeria, così come la premiazione dei dodici lavori finalisti selezionati dal Comitato Scientifico che hanno affrontato, partendo da punti di vista differenti, il tema Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell'economia, dell'etica e della meritocrazia nel nostro paese'.
    Diverse le provenienze delle giovani e dei giovani premiati, come differenti sono gli ambiti di studio dei loro lavori, da quello sociologico a quello politico-economico, da quello pedagogico e psicologico a quello della comunicazione, dagli studi giuridici a quelli di architettura e urbanistica.
    In totale sono state 47 le candidature giunte dai laureandi di molte università italiane, pubbliche e private. Dopo aver valutato l'originalità e l'innovatività degli elaborati, il comitato scientifico del Premio ha selezionato i dodici migliori, che hanno ricevuto i premi in palio, per un valore complessivo di 32.600 euro.
    Aderendo a questo progetto, Suzuki ha voluto confermare il supporto ad un'iniziativa che mira ad assicurare un futuro migliore alle nuove generazioni, insistendo sull'importanza di coltivare e favorire nel mondo del lavoro il radicamento di una cultura meritocratica, che valuti il talento senza distinzioni.
   
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie