Boom di presenze alla Fiera Internazionale del Fuoristrada

Ottimi riscontri su affluenza, test drive e vetture iscritte

Redazione ANSA ROMA

Oltre trentaduemila visitatori hanno animato la prima edizione della prima edizione della Fiera Internazionale Fuoristrada, il salone dell'off-road che si è svolto in Versilia dal 15 al 17 ottobre. Massima soddisfazione per la Federazione Italiana Fuoristrada, per una prima edizione che ha visto la presentazione di numerose novità fra le auto e nel settore degli accessori.
    Il tutto contornato dalla presenza continua di una grande folla sia nell'area Expo di Viareggio (con 70 espositori su una superficie di 11.250 metri quadri) che in quelle dedicate ai test drive e ai raduni organizzati nell'area Experience, nel comune di Massarosa. Un grosso contributo al successo della rassegna è arrivata direttamente dal territorio toscano, famoso per l'ospitalità versiliese, la buona cucina e l'offerta di intrattenimento variegata.
    Nell'era della crisi delle rassegne automobilistiche tradizionali, il settore del 4x4 va in controtendenza, come dimostra l'interesse e la grande affluenza in fiera, sia fra gli stand di Viareggio, sia nell'Area Experience con 2.900 test drives curati dalla Fif per le prove a bordo delle vetture messe a disposizione dalle case automobilistiche. In un contesto ambientalistico di grande impatto emotivo, il valore aggiunto di aver guidato dei mezzi fuoristrada a contatto e nel rispetto del verde ha fatto la differenza.
    Con la complicità degli organizzatori, che hanno reso l'evento gratuito a tutto il pubblico di appassionati. Molto apprezzate anche le escursioni aperte sia ai fuoristrada 4x4 con le ridotte che ai SUV con oltre 200 auto iscritte nei quattro percorsi: Tour del Corchia, Tour l'altra Versilia, Tour BIO in 4x4 e Tour della Valle del Serchio. Non è mancata la competizione: la Fif ha infatti formato una giuria composta dai rappresentanti della Federazione e dei giornalisti di riviste di settore per scegliere tra numerose proposte innovative per assegnare l'award "L'innovazione premia" alle tre aziende che si sono distinte per prodotti e soluzioni meccaniche dedicate all'off-road.
    La Federazione Italiana Fuoristrada riunisce oltre 9.000 appassionati tramite le Associazioni dislocate sul territorio nazionale operanti in ogni specialità del fuoristrada, dal raduno amatoriale alle attività agonistiche in 4ž4, passando attraverso l'educazione all'uso del fuoristrada come mezzo di lavoro e come strumento di soccorso.
    "La nostra scuola federale forma i soci delle altre associazioni di volontariato che utilizzano per mansioni di soccorso i propri veicoli 4ž4 e alla manifestazione hanno partecipato numerosi team provenienti da tutta Italia, mentre dalla Francia era ospite la Federazione consorella - chiosa Marco Pacini, presidente della Fif - Il mezzo off-road, grazie al nostro impegno e a questa manifestazione, finalmente esce dalla nicchia di puro mezzo ludico per il tempo libero, acquisendo dignità e candidandosi come riferimento sportivo, commerciale, di servizio sociale, di controllo e conoscenza del territorio cui si aggiunge il nuovo trend di turismo outdoor, in solitaria o per piccoli nuclei, en plein air".
    Tra i brand automobilistici presenti, Jeep, Mitsubishi, Subaru, Ssangyong, Suzuki, Toyota ed Ineos.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie