ANSAcom
  • Pelle più giovane, inventato il primo filler che si spalma
ANSAcom

Pelle più giovane, inventato il primo filler che si spalma

Scoperta Shiseido presentata in anteprima mondiale a Venezia

Venezia ANSAcom
La scoperta sembra sorprendente a giudicare dalla premessa: è stato appena inventato il primo filler di acido ialuronico che si spalma sulla pelle e, una volta penetrato all'interno dell'epidermide, si espande e si gonfia perfino tanto da rimpolpare e dare nuovo volume al tessuto dopo pochissimo tempo. Si dice che il composto che tale crema contiene, ovvero l'acido ialuronico, abbia la capacità di rimpolpare il tessuto solo se iniettato con delle siringhe nella pelle (con i filler medici) e che le versioni usate invece in ambito cosmetico non ne abbiano le capacità. La convinzione è stata invece appena smentita al Beauty Summit dedicato all'innovazione del brand Shiseido, svoltosi in occasione dei 150 anni del marchio giapponese della cosmesi all'Hilton Hotel Molino Stucky di Venezia.
"Coperta da 3 brevetti, la tecnologia 'moleculshift' di nostra invenzione è il frutto di processi tecnologici sorprendenti fatti nei nostri laboratori e i risultati degli studi clinici in corso saranno presentati ufficialmente al prossimo congresso dell'International Federation of Societies of Cosmetic Chemists di Londra", ha spiegato Nathalie Broussard, direttrice comunicazione scientifica per i paesi EMEA di Shiseido. "Al momento nessun cosmetico permette la penetrazione di molecole grandi di acido ialuronico, le uniche in grado di rimpolpare e idratare la pelle in profondità. Noi ci siamo riusciti sfruttando le capacità elettrostatiche della molecola in questione, ottenendo simili effetti volumizzanti attribuibili invece solo ai filler di acido ialuronico iniettato".
Il trattamento, battezzato 'Bio Performance Skin Filler' a spiccato potere volumizzante, è composto dall'uso di due sieri, uno per il giorno ed uno per la notte, che lavorerebbero in sinergia: il primo siero contiene le molecole di acido ialuronico a grande peso molecolare in modalità 'compattata' cioè ristretta in modo tale da riuscire a superare lo strato superficiale della pelle. Il secondo siero invece ne permette l'espansione all'interno del tessuto. Al meeting di Venezia i ricercatori hanno garantito effetti immediati e già visibili in 24 ore. "Proseguendo con l'uso nelle settimane i risultati saranno sempre migliori", ha concluso Broussard.

In collaborazione con:
Shiseido

Archiviato in


Modifica consenso Cookie