ANSAcom
  • La Petroleuse Vaincue completa collezioni del Museo d'Orsay
ANSAcom

La Petroleuse Vaincue completa collezioni del Museo d'Orsay

Busto bronzeo testimonia storia Francia e legame con Italia

ANSAcom

Presentato per la prima volta nel 1881 in una versione in marmo all’Esposizione Nazionale di Belle Arti di Milano, La Petroleuse Vaincue di cui Lavazza e Museo d'Orsay annunciano l'acquisizione è stata realizzata da Giacomo Ginotti nel 1887 e fusa dalla fonderia Mazzola a Torino. Il busto bronzeo testimonia la storia della Francia e le sue influenze nel mondo dell'arte in Europa. Nonostante le sue sculture fossero ampiamente diffuse in Europa mentre era in vita, Ginotti e la sua opera sono ancora poco conosciute in Francia. L’origine di questo busto trae ispirazione dalla famosa opera di Jean-Baptiste Carpeaux, 'Perché nascere schiavo', realizzata nel 1872 (Museo d’Orsay). Questo omaggio a uno dei più importanti scultori francesi dell’epoca, schierato a favore dell’abolizionismo, rende ancora più significativa l'acquisizione. La Petroleuse, probabilmente l’opera più straordinaria di Giacomo Ginotti, completa le collezioni nazionali francesi e restituisce allo scultore italiano, come pure al movimento del verismo sociale da lui rappresentato, il riconoscimento che meritano nella storia dell’arte della seconda metà del XIX secolo. L'acquisizione si inserisce inoltre nel legame storico che unisce il Museo d’Orsay all’Italia. Il Museo deve la sua architettura all'italiana Gae Aulenti. Senza dimenticare che i visitatori italiani rappresentano da sempre un pubblico importante nelle visite dei Musei d’Orsay e dell’Orangerie.

In collaborazione con:
LAVAZZA S.p.A.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie