Campania
  1. ANSA.it
  2. Campania
  3. Sanità Campania
  4. Ambulatorio dermatologia per stranieri compie 3 anni

Ambulatorio dermatologia per stranieri compie 3 anni

Al Policlinico federiciano il 17/12 confronto sull'esperienza

(ANSA) - NAPOLI, 16 DIC - Compie tre anni l'ambulatorio di dermatologia e venereologia della Federico II dedicato ai pazienti stranieri di diverse etnie. L'iniziativa, ricorda una nota, nacque su proposta di Gabriella Fabbrocini e di Mario Delfino con l'obiettivo di prevenire e riconoscere in tempo utile malattie della pelle e della sfera sessuale. Attraverso un percorso di accesso facilitato rivolto ai pazienti stranieri in territorio italiano, regolari o meno, in questi anni è stato possibile superare le barriere cliniche, linguistiche e culturali che spesso impediscono a chi viene dai Paesi extracomunitari di accedere alle terapie necessarie, favorendo un rapido accesso alle cure.
    L'ambulatorio, si evidenzia ancora, "ha un'equipe specializzata che ha acquisito, in questi anni, ulteriori competenze e capacità diagnostico-terapeutiche nella gestione di patologie presenti in pazienti di diverse etnie: trasferirsi dal proprio contesto di origine, o essere nato da genitori con particolari caratteristiche biologiche, infatti, determina la possibilità di esprimere sulla cute segni atipici di comuni dermatosi o acquisire dermopatie rare. Ciò implica la necessità dei medici di aggiornare il proprio approccio alla patologia dermatologica, il cui manifestarsi cambia sia in funzione delle diverse sfumature del colore della pelle ma anche della sua diversa reattività". Per festeggiare il traguardo dei tre anni di attività, domani si svolgerà una giornata nell'aula magna di Biotecnologie del Policlinico Federico II. Parteciperanno, tra gli altri, il direttore generale dell'Azienda ospedaliera universitaria Federico II Anna Iervolino, il presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia Maria Triassi, il direttore sanitario Emilia Anna Vozzella, il direttore amministrativo Stefano Visani e i professori Gabriella Fabbrocini, Massimo Scalvenzi e Mario Delfino che terrà una lectio magistralis.
    "Il nostro è un ambulatorio di dermatologia globale che accoglie pazienti di tutto il mondo - spiega Fabbrocini - più di un quarto delle persone che vengono da noi hanno patologie infettive determinate spesso dalle scarse condizioni igieniche in cui i migranti sono costretti a viaggiare e/o a vivere, oppure dalle difficoltà di accedere alla necessaria assistenza sanitaria. Malattie dermatologiche a carattere infettivo come sifilide, gonorrea, condilomi, herpes simplex e/o zoster e acariasi sono purtroppo tornate a diffondersi e per questo è necessario intercettarne tempestivamente i casi assicurando il diritto alla salute ed un'assistenza di qualità a tutti i pazienti stranieri". sottolinea la prof.ssa Fabbrocini.
    L'ambulatorio è attivo tutti i lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 8.30 alle 13.30, ed è diretto da Maurizio Lo Presti con la collaborazione di Patrizia Forgione, responsabile del Centro di Riferimento Regionale per la malattia di Hansen.
    "L'ambulatorio di Dermatologia Etnica testimonia ancora una volta l'inscindibile rapporto che esiste tra assistenza, didattica e ricerca - commenta il direttore generale dell'Azienda, Iervolino - affrontare e approfondire con un approccio multidisciplinare tematiche di alto valore sociale e di estrema attualità è compito di un Policlinico universitario che è un punto di rifermento per la Campania e sempre di più rappresenta un polo di eccellenza riconosciuto ben oltre i confini regionali". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie