ResponsAbilmente - ANSA2030 - ANSA.it

Disabilità: concorso geometri, progetti per l'accessibilità

Evento Fiaba onlus-Consiglio nazionale professionisti fino 28/2

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Al via la decima edizione del concorso nazionale "I futuri geometri progettano l'accessibilità", promosso da Fiaba Onlus e dal Consiglio nazionale dei geometri: il concorso, dedicato agli studenti degli istituti tecnici, settore Tecnologico, indirizzo Costruzione, Ambiente e Territorio, recita una nota, "raggiunge quest'anno un importante traguardo nella costante promozione di una cultura dell'accessibilità rivolta alle nuove leve della professione di geometra", giacché "sono oltre 5.000 i ragazzi complessivamente coinvolti, grazie alla collaborazione avviata con le 497 scuole annualmente interessate dall'iniziativa, e 400 i progetti consegnati alle Pubbliche amministrazioni locali in tutto il territorio nazionale". Ai giovani viene richiesto di proporre - per un'area da loro individuata nella propria città - un progetto di abbattimento delle barriere architettoniche esistenti ed è possibile aderire entro e non oltre il 28 febbraio 2022 (le informazioni per partecipare su www.fiaba.org, o sulla pagina Facebook 'I futuri geometri progettano l'accessibilità'). "Stiamo formando una nuova generazione di tecnici sensibili al problema delle barriere architettoniche.
    Mai come in questo momento il tema dell'accessibilità è centrale - dichiara il presidente di Fiaba Onlus Giuseppe Trieste - grazie all'introduzione, su nostra proposta, del nuovo bonus 75% per l'eliminazione delle barriere architettoniche". Per il presidente del Consiglio nazionale dei geometri Maurizio Savoncelli, "non potevamo intraprendere una scelta migliore per affrontare un profondo cambiamento, distinto da una radicale connotazione sociale e culturale, a cui abbiamo unito la possibilità di una prospettiva futura e una buona preparazione per i nostri ragazzi, nell'intento di sostenere una iniziativa che, al tempo stesso, sia orientata a creare benessere per l'uomo e rappresenti una scelta etica doverosa", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA