Nucleare: Europa Verde, Cingolani è problema, Draghi spieghi

"Offende gli ambientalisti che lottano per migliorare il paese"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 02 SET - "Il problema della transizione ecologica in Italia si chiama Cingolani, e Draghi deve delle spiegazioni a chi offende una storia di uomini e donne che si sono battuti e si battono per migliorare il nostro Paese". Così in una nota i co-portavoce di Europa Verde Eleonora Evi e Angelo Bonelli.
    "Con le considerazioni di ieri, in cui ha definito gli ambientalisti "radical chic, oltranzisti e peggio della crisi climatica" - proseguono Evi e Bonelli -, il Ministro della Transizione Ecologica Cingolani ha dichiarato ufficialmente guerra, con parole sconsiderate, a quella comunità che da anni lavora per far valere le stesse istanze che lui, da ministro, dovrebbe promuovere e difendere. Come possiamo dare ascolto ad un ministro che ci dice che la conversione ecologica è un bagno di sangue? Non è questa l'Italia che vogliamo".
    "Mentre il Paese va letteralmente a fuoco, dilaniato da incendi e desertificazione, schiacciato nella morsa della crisi climatica - dicono Bonelli ed Evi -, il ministro che dovrebbe lavorare a una transizione necessaria e fondamentale, pensa bene di attaccare il mondo ambientalista, con dichiarazioni vuote e prive di argomentazioni. Del resto, la visione di Cingolani era già molto chiara in questi mesi, con le innumerevoli aperture al nucleare, andando contro il volere degli italiani che un referendum hanno già espresso la loro posizione, con le autorizzazioni alle trivelle e ai nuovi siti di stoccaggio, con un PNRR inadeguato che non affronta la crisi climatica e che non ha mai perso occasione per sostenere le auto con motore endotermico, anziché puntare sull'elettrico". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA