"Natura è cultura", torna Floracult e punta a sostenibilità

Dal 23 al 25 aprile nel Parco di Vejo ai Casali del Pino

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 11 APR - Dopo 2 anni di interruzione forzata torna Floracult, la mostra mercato di florovivaismo amatoriale giunta alla sua undicesima edizione e che è quest'anno dedicata a Memoria e Innovazione con un focus sulla sostenibilità.
    Le piante e più in generale il mondo vegetale, spiegano gli organizzatori "conservano e proteggono una memoria antica dalla quale nascono tradizioni, cultura, ma anche innovazione.
    L'adattamento è una strategia vincente per la sopravvivenza e le piante si sono dimostrate gli organismi più pronti ed abili a modificare il proprio comportamento in base alle diverse condizioni ambientali, conservando le tracce di questa evoluzione e creando connessioni con altre specie vegetali ed animali. Biodiversità e adattamento sono quindi fondamentali per qualsiasi ecosistema". Numerosi gli appuntamenti nella tre giorni dal 23 al 25 aprile ai Casali del Pino, all'interno del Parco di Veio, organizzata da Ilaria Venturini Fendi con la collaborazione di Antonella Fornai e di Francesco Fornai: dalla Fabbrica dell'Aria in cui architetti, designer e botanici, presenteranno la versione domestica della con il sistema Stomata, che utilizza le piante come straordinari filtri per rimuovere gli inquinanti atmosferici a all'impianto di microalghe di Tolo green con la spirulina che ha fatto 'respirare' il Padiglione Italia ad Expo Dubai.
    Ci sarà anche la musica con Karma Clima e l'alternative rock di Cristiano Godano e Luca "Lagash" Saporiti, chitarrista e bassista dei Marlene Kuntz; la letteratura con Antonio Pascale, scrittore, autore teatrale e televisivo nonché agronomo che racconta storie di donne, uomini e piantee poi l'etologia con l'ultimo libro di Gianumberto Accinelli.
    Floracult inoltre ospiterà il workshop d'arte contemporanea Sedute e seduti, pause d'arte nei giardini, nei parchi, lungo i sentieri nella natura. E poi mille curiosità con piante speciali e insolite come l'Ipomea Alba, la dama bianca, il fiore di luna che al calare della luce si apre e si illumina di bianco sfolgorante, la zucca turbante, il pomodoro pesca, la fragola nera, la margherita elettrica, l'erba formaggio, lo spinacio rampicante. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA