Abruzzo

La preside: dalla pandemia una svolta nella carriera

Chiavaroli (Liceo Maior): non avremmo ipotizzato percorso online

 "Nel caso di Valentina Procaccini il Covid ci ha fatto conoscere uno strumento che le ha svoltato la carriera, nel senso che probabilmente se non ci fosse stata la pandemia noi come scuola non avremmo ipotizzato un percorso per seguire la ragazza a distanza e consentirle ad andarsi ad allenare all'Aniene a Roma: diciamo che un grande problema si è trasformato in una straordinaria opportunità per lei". A spiegarlo all'ANSA è la presidente del Liceo Maior di Pescara, che ha anche la Media Maior, Federica Chiavaroli.
    "È chiaro che Valentina ormai ha i ritmi di una atleta professionista - sottolinea la Chiavaroli - perchè si allena molto e quindi ha bisogno di una scuola che assecondi queste sue esigenze: diciamo che la nostra scuola è nata anche per questo motivo, cioè per consentire ad atleti che hanno delle potenzialità come Valentina di poter seguire il loro sogno. Gli atleti come Valentina sono bravissimi a scuola perchè hanno uno spirito di sacrificio talmente allenato che proprio non fanno difficoltà: è che la scuola deve chiaramente assecondare i loro ritmi, altrimenti sono nell'impossibilità di farlo".  

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie