Cinema nelle Biblioteche

Trieste - Proiezione

La terza edizione del progetto Cinema nelle Biblioteche (novembre - dicembre 2019) prosegue lunedì 25 novembre alle ore 17:00 con il film collettivo Menocchio di Alberto Fasulo.
Prima della proiezione il regista, incontrerà il pubblico presente.

MENOCCHIO
Fiction, Italia, 2018, dur. 103 min

Italia. Fine 1500. La Chiesa Cattolica Romana, sentendosi minacciata nella sua egemonia dalla Riforma Protestante, sferra la prima sistematica guerra ideologica di uno Stato per il controllo totale delle coscienze. Il nuovo confessionale, disegnato proprio in questi anni, si trasforma da luogo di consolazione delle anime a tribunale della mente. Ascoltare, spiare e denunciare il prossimo diventano pratiche obbligatorie, pena: la scomunica, il carcere o il rogo. Menocchio, vecchio, cocciuto mugnaio autodidatta di un piccolo villaggio sperduto fra i monti del Friuli, decide di ribellarsi. Ricercato per eresia, non dà ascolto alle suppliche di amici e famigliari e invece di fuggire o patteggiare, affronta il processo. Non è solo stanco di soprusi, abusi, tasse, ingiustizie. In quanto uomo, Menocchio è genuinamente convinto di essere uguale ai vescovi, agli inquisitori e persino al Papa, tanto che nel suo intimo spera, sente e crede di poterli riconvertire a un ideale di povertà e amore.

Il progetto sperimentale Cinema nelle Biblioteche, voluto dall'Associazione Nazionale Autori Cinematografici (ANAC), si propone di sostenere il Cinema Indipendente italiano. 
Come riconosciuto da tutti, uno dei momenti più critici per le produzioni cinematografiche, in particolare per quelle a basso costo, è la distribuzione. In assenza di risorse adeguate, infatti, questi film non hanno e non avranno reali possibilità di essere visti. Eppure questo significativo segmento della produzione nazionale, complementare alla grande produzione industriale, deve essere tenuto in grande considerazione per la sua importanza nel formare nuovi talenti (in tutti i comparti della produzione di un film) e sperimentare nuovi linguaggi, stili e narrazioni. Avere un sistema cinematografico e dell’audiovisivo efficiente significa mantenere alte le nostre possibilità di produrre e far circolare una variegata offerta di contenuti audiovisivi. 
Il progetto è un invito ad organizzare sempre meglio l’offerta culturale che proviene da preziosi avamposti - le biblioteche - che cercano di colmare, “silenziosamente”, il vuoto lasciato dalla scomparsa delle sale cinematografiche e che possono rappresentare una risorsa significativa per far riconquistare quella profondità di distribuzione nel territorio che il cinema - soprattutto quello comunemente definito indipendente e d’autore - ha ormai dimenticato. 



Largo papa Giovanni XXIII, 6, Trieste

telefono_main_multiplo :040 300725 307463

bs-scts.info@beniculturali.it

Modifica consenso Cookie