Enti locali, al via due iniziative per educazione civica

'La Commune à l'Ecole' e 'Un Conseil pour l'Ecole'

Puntano a far scoprire le istituzioni a scuola, anche a distanza, 'La Commune à l'Ecole' e 'Un Conseil pour l'Ecole', le due iniziative complementari inserite nei 'Rendez-vous citoyens' previsti dalla legge regionale 6/2006 per sostenere la partecipazione civica sul territorio. Continua quindi anche per l'anno scolastico 2020/21 la collaborazione tra la presidenza della Regione, il Consiglio regionale della Valle d'Aosta, l'assessorato regionale all'Istruzione, Università, Politiche giovanili, affari europei e partecipate e il Celva, finalizzata a promuovere la conoscenza e l'apprendimento delle competenze civiche in tutti i gradi scolastici, dalla scuola dell'infanzia alla scuola secondaria.
    I due progetti (www.rendezvouscitoyens.vda.it) si propongono come risorse utili per gli insegnanti e gli studenti che possono essere integralmente fruite sul web, anche attraverso formazioni specifiche organizzate in queste settimane.
    La Commune à l'Ecole (www.lacommunealecole.it) si rivolge alle classi della scuola dell'infanzia con il tema 'Il bello delle regole: impegni e azioni che ci possono aiutare a vivere bene nel nostro Comune'. Le classi della scuola primaria sono invitate a ragionare invece su 'Caro Sindaco, ci è venuta un'idea...Spunti, progetti e nuove proposte per un Comune che diventa la nostra aula". I premi consistono in buoni per escursioni didattiche e per un laboratorio didattico in classe di approfondimento paesaggistico e naturalistico.
    Un Conseil pour l'Ecole (www.consiglio.vda.it/un-conseil-pour-l-ecole) vuole diffondere tra gli studenti valdostani la conoscenza del Consiglio regionale della Valle d'Aosta, proponendo spazi di riflessione e di confronto in un percorso rivolto alle scuole secondarie di primo grado. Attraverso la simulazione di un dibattito consiliare, la classe è chiamata a elaborare e a votare una mozione su un tema a scelta di interesse regionale. I premi consistono in buoni per lo svolgimento di attività didattiche in classe o sul territorio e per l'acquisto di materiale didattico.
    Il termine per la consegna dei lavori è fissato al 10 maggio 2020.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie