Enti locali: Aosta, nuove modalità per bonus alimentare

Girasole, accantonata parte trasferimento regionale per futuro

La Giunta comunale di Aosta ha approvato alcune modifiche alle modalità di erogazione del bonus alimentare, anche a seguito dell'introduzione del nuovo regolamento approvato di recente a tale scopo dal Consiglio comunale. In particolare, è stato deciso di destinare nell'immediato solo parte del trasferimento regionale di 93.345,75 euro alle misure di solidarietà alimentare, beni di prima necessità e accesso alla rete internet, accantonando il budget residuale per fare fronte a futuri interventi analoghi anche in relazione all'evolversi dell'emergenza sanitaria.
    La somma stanziata in questa fase - si legge in una nota - sarà pari a 52.000 euro, da destinarsi ai 180 nuclei censiti dagli uffici comunali (per circa 520 persone complessive), "allineando sostanzialmente l'entità del beneficio che verrà percepito a quello elargito in occasione della prima tranche di aiuti".
    "Dopo aver analizzato sia le pratiche di chi aveva ottenuto il bonus spesa con la prima tranche di aiuti sia le nuove richieste pervenute - spiega l'assessore alle Politiche sociali, Luca Girasole - abbiamo constatato che gli importi da erogare pro capite con il bonus alimentare sarebbero stati il doppio rispetto alla tranche di aiuti precedenti. Per questo motivo abbiamo deciso di utilizzare solo una parte della somma disponibile. Questo ci consentirà, da una parte, di non erogare somme troppo elevate rispetto ai precedenti aiuti ma di allinearle ad essi, e dall'altra di tenere da parte poco meno della metà dell'importo originario per riproporre questa tipologia di aiuto nei prossimi mesi".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie