Comuni: Fénis, 2,2 mln per centro accoglienza castello

166 mila euro per recupero sentieristica vecchi Ru

Ammonta a 2,2 milioni di euro la spesa prevista per la riqualificazione dell'area adiacente al castello di Fénis, dove è in programma la creazione di una biglietteria e di una zona di accoglienza per visitatori in attesa di entrare nel maniero, dotata di servizi igienici. E' quanto emerso nel Consiglio comunale di Fénis di venerdì 5 giugno.
    Inoltre, per il recupero e riutilizzo della sentieristica di vecchi Ru da adibire a percorsi pedonali in e-bike tra i comuni di Chambave, Fénis e Saint-Marcel, nell'ambito del bando Gal Valle d'Aosta, sono previsti 166 mila euro e, a carico di ogni Amministrazione, dovrebbero restare 18 mila euro, sul triennio di realizzazione. Su ogni comune è prevista la realizzazione anche di un tratto luminescente (con segnapassi per passeggiate notturne).
    Il Consiglio comunale ha approvato la seconda variazione al Bilancio di Previsione Pluriennale e al Documento Unico di Programmazione 2020/22. La variazione pareggia sulla cifra di 141 mila 934 euro. L'assessore Ennio Cerise ha segnalato che gli investimenti principali consisteranno nella sostituzione di computer obsoleti, nel posizionamento di autobloccanti intorno all'edificio degli Alpini di Chez-Sapin e nel completamento dello stabile per mezzo di grondaie. L'assemblea cittadina ha inoltre conferito la cittadinanza onoraria al giornalista de l'Unità Pier Giorgio Betti. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie