Bertin, serve al più presto Osservatorio 'ndrangheta

'Per troppo tempo tema è stato sottovalutato'

"La 'ndrangheta non si ferma inseguendo i fatti di cronaca con qualche dichiarazione, dimenticandosene subito dopo, ma mantenendo sempre alta l'attenzione e dotandosi di ogni strumento che possa contrastarla. Mi auguro che, seppur con ritardo, questa volta il Consiglio regionale approvi la proposta di legge e istituisca l'Osservatorio al più presto". Lo afferma il consigliere regionale, Alberto Bertin (Rete civica). "La proposta di legge sull'Osservatorio sta concludendo il suo iter - aggiunge Bertin - ed è stata valutata positivamente dai soggetti auditi in commissione, il sostituto Procuratore della Repubblica, il Comandante del Gruppo Aosta dei Carabinieri, il Comandante regionale della Guardia di Finanza, il Comandante del Gruppo forestale della Valle d'Aosta e l'Associazione Libera VdA".
    Ricorda Bertin: "Circa sette anni fa avevo presentato una proposta di legge per l'istituzione di un Osservatorio permanente sulle mafie, purtroppo bocciata dall'allora Consiglio. Ho riproposto in questa legislatura la stessa legge che è ora all'attenzione della prima commissione consiliare. In Valle d'Aosta per troppo tempo, innanzitutto la politica, ha sottovalutato la presenza della 'ndrangheta. Una realtà consolidata e ultradecennale. Le inchieste di questi ultimi anni non fanno che confermare questa preoccupante situazione".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie