Valle d'Aosta

Incidenti lavoro: operaio morto ad Allein, chiuse indagini

Indagato il datore di lavoro

La procura di Aosta ha chiuso le indagini sull'incidente sul lavoro in cui il 4 settembre dello scorso anno era morto Claudio Luigi Campi, di 46 anni, di Ceriano Laghetto (Monza Brianza). L'operaio era caduto nella vasca di una centrale idroelettrica ad Allein durante dei lavori di manutenzione.
    Con l'accusa di omicidio colposo è indagato il datore di lavoro, Alberto Sale, di 52 anni, di Milano. L'uomo, difeso dall'avvocato Maurizio Santelli, avrà ora 20 giorni di tempo per presentare memorie difensive o farsi interrogare.
    La procura ha invece stralciato, chiedendone l'archiviazione, la posizione di Gianfranco Marten-Perolino, di 83 anni, di Aosta, presidente della cooperativa Forza e luce (a cui fa riferimento il bacino dove si è verificato l'incidente).
    Secondo l'accusa, Alberto Sale, nella sua qualità di consigliere d'amministrazione con delega in materia di sicurezza ''ha omesso di adottare un piano operativo di sicurezza all'interno del quale fossero riportate in modo preciso le procedure e le modalità con cui procedere alla manutenzione dello sgrigliatore''.
    Campi, infatti, stava sostituendo delle guarnizioni di tenuta del pistone dello sgrigliatore installato nella centrale idroelettrica, quando è precipitato nella vasca. L'operaio a non era legato e non portava il casco di protezione. Per la procura, il datore di lavoro non solo ha agito con imperizia e negligenza ma non ha adottato tutte le misure di sicurezza previste dalla legge.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie