Architetti, serve legge per la città

Al Forte di Bard presentata la proposta

 "Serve una legge per le città affinché siano efficienti, competitive, attrattive, incubatrici di un'alta qualità della vita". Così Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori.

 Una norma "per far tornare le città, quindi, centrali nell'agenda politica ed approcciate - insieme agli interventi di rigenerazione urbana - nell'ambito di una visione strategica e non più in modo settoriale e parziale anche riguardo agli investimenti che le riguardano", ha spiegato durante il convegno di studi 'Progettare il Paese - dare futuro alle città e ai territori in cui viviamo' - organizzato in collaborazione con l'Associazione Forte di Bard e con il sostegno del Consiglio regionale della Valle d'Aosta.

La proposta di legge per le città degli architetti italiani, presentata nell'occasione, è considerata dagli architetti "indispensabile: basti pensare, infatti, al fenomeno del 'ritorno della città'".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere