Casinò, 16 ottobre omologa concordato

Udienza fissata dal Tribunale di Aosta

E' stata fissata per il prossimo 16 ottobre l'udienza in camera di consiglio presso il tribunale di Aosta per l'omologa del piano di concordato del Casinò de la Vallée di Saint-Vincent. L'89,24 per cento dei creditori della Casinò de la Vallée spa ha aderito al piano di concordato preventivo in continuità.

La proposta prevede un rimborso del 78 per cento delle somme dovute dalla società ai creditori chirografari e del 100 per cento a quelli privilegiati. I debiti ammontano a oltre 81 milioni di euro e l'impegno e' di pagarne 68,8. Due creditori chirografari si sono opposti al piano, sostenendo che il Grand Hotel Billia sia stato svalutato e che con il suo reale valore i crediti avrebbero potuto essere soddisfatti per intero.

Una società del gruppo Lefebvre, gestore della casa da gioco prima del passaggio diretto alla Regione, aveva inoltre annunciato l'intenzione di opporsi in "sede di omologazione" dopo che il giudice Marco Tornatore l'aveva esclusa dai creditori durante l'assemblea del 9 luglio scorso. Oggetto del contendere sono circa 43 milioni di euro nell'ambito della 'causa madre', ancora in corso, sul passaggio dal privato al pubblico della casa da gioco.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere