Umbria

Regione: riunione Commissione Statuto con ex presidenti

Sentito chi guidato Organi in ottava, nona e decima legislatura

(ANSA) - PERUGIA, 20 SET - Riunione della Commissione per le Riforme statutarie e regolamentari alla quale, in presenza da Palazzo Cesaroni ed in videoconferenza sono stati invitati a partecipare i vari presidenti che si sono succeduti nella guida dell'Organismo nelle ottava, nona e decima legislatura.
    Le audizioni, alle quali erano state invitate anche alcune associazioni, impegnate in diverse attività, fanno parte di un programma di approfondimento per una eventuale rivisitazione della Carta statutaria e regolamentare della Regione, con particolare riferimento ai primi tre Titoli che riguardano, nello specifico, i Principi generali, quelli programmatici e la Partecipazione. Ogni presidente ha ripercorso i tratti principali di intervento del suo mandato che spesso - spiega Palazzo Cesaroni - sono risultati necessari per un allineamento dovuto a provvedimenti di carattere nazionale e costituzionale, come quelli conseguenti alla riforma del titolo quinto della Costituzione (Legge Costituzionale '3/2001' - piena attuazione all'art. 5 della Costituzione, che riconosce le 'autonomie locali quali enti esponenziali preesistenti alla formazione della Repubblica').
    Altro intervento ritenuto di ampia importanza, la riforma delle legge elettorale regionale attraverso la quale si è insediato il Consiglio regionale della decima legislatura. È stato anche rimarcato come alcune "importanti" proposte di riforma della Carta statutaria, predisposte ed in larga parte "condivise" nel corso della scorsa legislatura, non sono arrivate a compimento per la conclusione anticipata della stessa.
    Tra gli auspici quello di un ruolo "sempre più ampio ed importante" dell'Assemblea legislativa nella programmazione economico finanziaria della Regione.
    Alla riunione erano state invitate anche alcune associazioni di diversi settori. Presente, in video conferenza, un rappresentante dell'Unpli, Unione nazionale Pro loco d'Italia, che ha proposto la previsione di un apposito articolo nella Carta statutaria regionale per questi enti.
    Altre Associazioni hanno annunciato proposte scritte.
    Finito il ciclo di audizioni, iniziato la scorsa settimana, dalla prossima riunione la Commissione inizierà ad analizzare i contenuti dei primi titoli dello Statuto in vigore. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie