Alunni, decisioni eccezionali per tempi eccezionali

"Pronti rischiare nostre risorse" dice presidente Confindustria

(ANSA) - PERUGIA, 03 DIC - "Oggi è il tempo delle decisioni per il bene comune. Decisioni eccezionali per tempi eccezionali.
    Come imprenditori siamo pronti a rischiare le nostre risorse per il futuro delle nostre aziende. Chiediamo che anche il mondo delle istituzioni, a partire dalla Regione, prenda le decisioni che gli competono": lo ha affermato il presidente di Confindustria Umbria, Antonio Alunni, aprendo la parte pubblica dell'assemblea annuale dell'organizzazione. Che si tiene quest'anno in streaming a causa dell'emergenza sanitaria.
    Gli industriali così, con il loro "patrimonio di credibilità", per Alunni devono mettere in campo azioni per contribuire al bene comune. Come favorire nei territori la formazione di una nuova classe dirigente responsabile ("che capisca profondamente i principi dell'economia moderna e dei mercati, organizzando corsi di formazione, incontri, scambi") e aiutare le pubbliche amministrazioni a svolgere meglio il loro ruolo ("grazie ad un formidabile capitale umano di tecnici di alto livello, dagli ingegneri agli economisti"). "Il futuro delle nostre aziende non sta solo dentro di essere - ha sottolineato il presidente di Confindustria - e i tempi straordinari nei quali viviamo impongono a noi industriali comportamenti straordinari". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie