Economia colpita in ripresa "debole"

Rapporto Banca Italia teme "freno a ripresa attività" in uscita

(ANSA) - PERUGIA, 23 GIU - L'economia dell'Umbria è stata colpita dalla pandemia in una fase di ripresa, ma ancora debole, dell'attività economica del settore produttivo. E quindi "le forti e profonde debolezze strutturali del tessuto economico regionale, riconducibili principalmente alla bassa produttività, potranno verosimilmente essere da freno alla ripresa dell'attività nella fase di uscita dalla crisi indotta" dal Covid. Nella regione, comunque, le stime più recenti dell'Agenzia Umbria ricerche indicano per il 2020 un calo del Pil lievemente meno intenso rispetto agli scenari previsivi per il Paese. Delinea in sostanza questo scenario il Rapporto sull'economia dell'Umbria della Banca d'Italia. Presentato oggi in modalità web conference dallo staff della filiale di Perugia con a capo Miriam Sartini.
    In questo contesto di "fragilità" dell'Umbria, per Sartini "si è innestata la crisi indotta dall'epidemia che ha colpito fortemente l'economia regionale che evidenzia anche il declino del posizionamento umbro rispetto alle regioni europee simili".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie