Sposi al 'Coc' ai tempi del coronavirus

Fra Antonella e Fabrizio, volontari della protezione civile

(ANSA) - PERUGIA, 30 MAG - Inedito matrimonio ai tempi del coronavirus a Città di Castello, fra Antonella e Fabrizio, volontari della protezione civile, che hanno pronunciato il loro "sì" davanti alla sede Coc (Centro operativo comunale di protezione civile).
    "La vostra promessa rappresenta un segno di speranza" ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, in un videomessaggio inviato agli sposi.
    Alla sede istituzionale del municipio hanno preferito quella insolita ma "familiare" dei locali del centro comunale dove da inizio emergenza coronavirus si sono ritrovati spesso gomito a gomito a lavorare.
    I protagonisti sono Fabrizio Mancini, sottoufficiale della Croce rossa e tecnico del comune di Città di Castello, e Antonella Buschi, maestra d'arte e volontaria di protezione civile nell'associazione Carabinieri in congedo sezione di Città di Castello. Ad officiare la cerimonia il sindaco, Luciano Bacchetta. "Credo che la giornata di oggi - ha detto il sindaco - rappresenti a suo modo uno di quei segni positivi di cui abbiamo tanto bisogno". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie