Trentino AA/S

Boom homeschooling in Alto Adige, niente campanella per 454

Ass. Achammer, "i progressi di studio vanno comunque dimostrati"

(ANSA) - BOLZANO, 20 SET - In Alto Adige cresce il numero dei bambini in homeschooling. Si tratta soprattutto di famiglie di lingua tedesca che si oppongono alle misure anti-Covid nelle aule scolastiche, come l'obbligo di mascherina e i test nasali permanenti. Sono ormai 454 i bambini e ragazzi che vengono istruiti a casa. La scorsa settimana, nel giro di appena tre giorni, si sono aggiunti 94, scrive il quotidiano di lingua tedesca Dolomiten. 304 casi riguardano le elementari, 125 le medie e 25 le superiori e le scuole professionali.
    L'assessore provinciale alla scuola di lingua tedesca Philipp Achammer, interpellato dal giornale, sottolinea che i genitori sono tenuti a garantire la formazione dei loro figli e che gli progressi di studio dovranno essere dimostrati. Lo scorso anno scolastico - ricorda - sei famiglie hanno rifiutato questa verifica. "L'intendenza scolastica e il sindaco a questo punto sono tenuti a informare il tribunale dei minori", spiega Achammer che ricorda che i bambini in homescooling perdono il diritto al trasporto alunni. Alcuni utilizzerebbero infatti i mezzi, ma non per andare a scuola. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere

      Qualità Alto Adige




      Modifica consenso Cookie