Autonomia: Fugatti, sospendere il Patto di garanzia

'In un'ottica di sviluppo futuro del nostro territorio'

(ANSA) - TRENTO, 02 MAR - Il tema della finanza pubblica, provinciale e statale, è stato al centro, questo pomeriggio a Roma, dell'incontro tra il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, e il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini.
    "Con il ministro - sottolinea il presidente Fugatti - abbiamo parlato degli investimenti da fare per la crescita. Quindi abbiamo chiesto sostanzialmente la sospensione del Patto di garanzia, che prevedeva l'intervento finanziario della Provincia a sostegno dei conti pubblici nazionali. Il Paese sta affrontando una situazione straordinaria, con una pandemia che ha effetti pesanti sull'economia e che mette a dura prova l'equilibrio dei conti pubblici, ma c'è comunque l'esigenza di guardare al futuro. Per questo pensiamo che possa essere sospeso il nostro contributo. Abbiamo posto questa problematica in un'ottica di sviluppo futuro del nostro territorio".
    Fugatti ha presentato al ministro Gelmini la situazione finanziaria della Provincia e gli effetti che pandemia sta avendo sull'economia e sulla finanza provinciale. La richiesta trentina è che lo Stato, relativamente al "Patto di garanzia" del 2014, si impegni a chiudere le ultime partite rimaste aperte. E' stato chiesto in particolare che al Trentino siano riconosciute le somme previste dal Patto e mai assegnate e inoltre la sospensione per due anni del concorso provinciale al risanamento del bilancio dello Stato, anche questo previsto dal "Patto di garanzia". Questa seconda partita vale circa 380 milioni di euro all'anno. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie