Truffe online, polizia Riva denuncia due donne

Intascano caparra e non inviano beni acquistati

(ANSA) - TRENTO, 06 AGO - Scoperta dalla polizia di Riva del Garda una serie di truffe su acquisti online compiute durante il lockdown ai danni di residenti nell'Alto Garda.. Due donne sono state denunciate.
    Secondo l'accusa, gli autori della truffa, residenti a Napoli e a Savona, hanno sfruttato le vendite su internet, in particolare durante il periodo del lockdown, per indurre in errore le vittime che cercavano sui siti acquisti a buon prezzo.
    Le modalità della truffa sono quasi sempre le stesse. Nella maggior parte dei casi la vittima, dopo aver effettuato una ricerca online, trova su un sito l'oggetto di interesse e, sempre online, contatta il proprietario del bene, per realizzare una compravendita. L'acquirente ed il compratore stipulano un contratto virtuale e, come avviene anche nella vita reale, per confermare l'acquisto viene versata una caparra. Il più delle volte il truffatore intasca la caparra e si dilegua. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie