Nasce in Siberia la casa del futuro 'made in Trentino'

Entra nel vivo il progetto 'isolMAX'

(ANSA) - TRENTO, 10 OTT - Entra nel vivo il progetto 'isolMAX': è stata infatti ultimata una casa-laboratorio 'made in Trentino' nel territorio di Barnaul, in Siberia, per dare efficienza energetica e massimo comfort abitativo anche in condizioni climatiche estreme grazie a speciali sensori.
    Il progetto è promosso dal sistema trentino di ricerca a cui partecipano Fondazione Bruno Kessler, Università di Trento, Cogi Srl e Altai State Technical University (Barnaul) e co-finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale, dal governo italiano e dall'assessorato allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento.
    La casetta realizzata con il sistema costruttivo a secco steelMAX© di Cogi è pronta ad accogliere gli inquilini che la abiteranno per i cinque anni di sperimentazione e a fornire ai sensori sviluppati da Fbk quelle informazioni che i ricercatori dovranno analizzare e tradurre in linee guida progettuali per costruire la casa del futuro.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol