Mondiali Basket, il girone dell'Italia

Azzurri nel girone D a Foshan. Ct, "Non possiamo lamentarci"

"Non possiamo lamentarci". Il commento del ct dell'Italia, Romeo Sacchetti, dice tutto sull'esito del sorteggio che a Shenzhen (Cina) ha stabilito quali saranno le avversarie al Mondiale 2019, in programma in Cina dal 31 agosto al 15 settembre prossimi. Gli azzurri troveranno Serbia, Filippine e Angola nel girone D, che si svolgerà a Foshan, metropoli meridionale di oltre sette milioni di abitanti che sorge non lontano da Canton. "Ci sono gironi difficili e altri meno - ha dichiarato ancora Sacchetti -.

La Serbia era la squadra più titolata del lotto ma abbiamo evitato il Canada. Ora dobbiamo vincere e passare il turno. Poi si vedrà". Le prime due classificate nel girone passano alla seconda fase e tutto lascia presagire che a farlo possano essere le due squadre europee, destinate poi ad affrontare le migliori due del girone C che comprende Spagna, Iran, Porto Rico e Tunisia. I precedenti tra Italia e Serbia sono favorevoli ai balcanici, ma il presidente della federazione, Gianni Petrucci, non si fascia la testa per la disputa del primo posto nel girone. "La Serbia è fortissima ma credo che anche loro non saranno felici di incontrarci. Siamo l'Italia e non possiamo temere alcun avversario. Comunque non sottovalutiamo nessuno".

Molto più favorevole, fino ad ora, la storia con le altre due avversarie, visto che le Filippine, contro le quali l'Italia esordirà nel torneo il 31 agosto, sono state piegate in sette occasioni su otto mentre l'Angola (2 settembre) non ha mai vinto nei quattro confronti disputati. Il 4 settembre ci sarà la partita probabilmente decisiva contro i serbi, che sono vicecampioni olimpici, mondiali ed europei in carica. Quella che si disputerà in Cina sarà la 18/a edizione del Mondiale, il primo a 32 squadre e non svolgersi nello stesso anno del Mondiale di calcio.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA