Mattarella: 'Sorti del Paese sono comuni, ora responsabilità'

Intervento del capo dello Stato alla cerimonia per gli 'Alfieri della Repubblica'. 'Le sorti del Paese sono 'comuni''

Redazione ANSA

"Ho grande fiducia nel futuro dell'Italia e voi ne siete una delle ragioni". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricevendo al Quirinale "gli Alfieri della Repubblica". 

'Le sorti dell'Italia - ha evidenziato il capo dello Stato - sono "comuni" e siamo tutti ugualmente responsabili del "futuro".

LA CERIMONIA

Il presidente Mattarella, rivolgendosi a un gruppo di studenti al Quirinale premiati per essersi distinti in attività di solidarietà, ha spiegato che i giovani hanno dimostrato "di sentire corresponsabilità per le sorti comuni dell'Italia". Il presidente estendendo il ragionamento ha detto inoltre che bisogna "comprendere che occorre essere protagonisti e costruire il futuro del Paese senza chiudersi nella propria dimensione personale, magari con egoismo".

Il Presidente della Repubblica ha consegnato, al Quirinale, 29 Attestati e distintivi d'onore di "Alfiere della Repubblica" a ragazze e ragazzi che si sono distinti nella partecipazione, nella promozione del bene comune, nella solidarietà, nel volontariato e per singoli atti di coraggio.

Sono giovani, nati tra il 1999 e il 2007, che rappresentano modelli positivi di cittadinanza e che sono esempi dei molti ragazzi meritevoli presenti nel nostro Paese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in