• L'ippodromo Snai San Siro si candida a distretto del design
ANSAcom

L'ippodromo Snai San Siro si candida a distretto del design

Schiavolin, con Leonardo Horse Project ancor più aperti a Milano

Milano ANSAcom

Tre anni fa si era preso l'impegno di rilanciare l'ippodromo Snai San Siro, e ora l'ad di Snaitech, Fabio Schiavolin, può festeggiare la "missione compiuta". Anche alla luce delle oltre 4mila persone che hanno partecipato, dalle 20 fino a tarda notte, al Grand Opening Party di apertura del 'Leonardo Horse Project', che si è inserito fra le serate più della Milano Design Week 2019. Prima del dj set, giochi di luce e realtà aumentata, hanno rievocato la storia del Cavallo di Leonardo, proiettata proprio sull'enorme statua equestre che campeggia all'ingresso dell'ippodromo Snai San Siro ed è protagonista del progetto lanciato da Snaitech (società proprietaria dell'impianto), a 500 anni dalla morte del genio toscano. Rispondendo all'appello del 'Leonardo Horse Project', tredici artisti (selezionati dalla curatrice Cristina Morozzi) hanno reinterpretato ls scultura, decorando altrettante repliche in scala, chi con un'armatura ispirata ai simboli dei nativi americani, chi vestendola di coperte ricavate da abiti e posandola su un piedistallo di materassi, oppure dipingendole sopra il paesaggio che fa da sfondo alla Gioconda.

"Per la sua inesauribile sete di ricerca di Leonardo e la sua indagine nell'affrontare le sfide presentate dalla tecnologia e dai limiti dell'epoca, Snaitech ha voluto celebrare Leonardo come il primo designer della storia, durante l'evento di design più importante dell'anno" ha spiegato l'ad di Snaitech, Fabio Schiavolin, che tre anni fa aveva promesso al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, di lavorare intensamente al rilancio dell'ippodromo ("Allora a molti sembrava un'impresa impossibile", ha ricordato) e in occasione dell'opening party del Leonardo Horse Project gli ha avanzato una nuova proposta: "L'ippodromo Snai San Siro è diventato un polo di aggregazione per i cittadini e le famiglie milanesi, e ha tutte le caratteristiche per diventare un nuovo distretto della Milano Design Week". "Non sarebbe male come idea, ogni anno ci sono aree nuove. Sarebbe bello portare qua un po' della Design Week" ha replicato Sala, riconoscendo che Snaitech ha "fatto la sua parte. Questa è un' area straordinaria, dove avete fatto la cosa più importante, aprirla alla città".
Si aprirà alla città anche il 'Leonardo Horse Project', perché da maggio le tredici opere saranno esposte in altrettante zone simbolo di Milano fino a ottobre, quando rientreranno all'ippodromo. Che intanto nel 2019 si sta confermando un sito sempre più frequentato. Non solo in occasione delle corse del galoppo. "Quest'anno, durante le Giornate di Primavera FAI, l'ippodromo Snai San Siro è stato tra i cinque beni più visitati d'Italia. Attraverso concerti, eventi e iniziative dedicate ai cittadini di ogni età siamo riusciti a portare all'ippodromo mezzo milione di persone e possiamo dire con soddisfazione di aver effettivamente riportato l'ippodromo al centro della vita cittadina - ha evidenziato Schiavolin -. Con questo evento, aggiungiamo un altro pezzetto alle conquiste dell'ippodromo: da luogo di aggregazione, location privilegiata per aperitivi e concerti, meta di gite scolastiche, arena per la grande musica e museo all'aperto, ora lo possiamo vivere anche come location per la settimana del design".

In collaborazione con:
Snaitech

Archiviato in