• Fnm: da maggio 2020 i primi 30 nuovi treni per la Lombardia
ANSAcom

Fnm: da maggio 2020 i primi 30 nuovi treni per la Lombardia

Costruiti da Hitachi, il modello svelato a Milano

MILANO ANSAcom

Entreranno in servizio a partire da maggio 2020 i primi treni costruiti da Hitachi Rail e destinati alle linee ad alta frequentazione della Lombardia. I convogli fanno parte del programma di rinnovamento della flotta di Trenord approvato e finanziato con 1,6 miliardi da Regione Lombardia, che prevede l'acquisto di 161 nuovi treni. A settembre scorso Fnm (controllata da Regione Lombardia con il 57,57%) e Ferrovienord hanno firmato con Hitachi Rail - azienda che si è aggiudicata la gara e produrrà i nuovi treni nello stabilimenti di Pistoia - l'accordo quadro e il primo contratto applicativo per 30 convogli a configurazione corta per un importo complessivo di 237.510.000 euro. La consegna dei primi treni è prevista a partire da maggio 2020 e l'attesa è di farne entrare in servizio due al mese. Il modello a grandezza naturale dei nuovi treni è stato presentato in Piazzale Cadorna a Milano, dove sarà visitabile fino al tre maggio. Si tratta di convogli a doppio piano, in grado di trasportare fino a mille passeggeri alla volta tra posti i piedi e seduti. Tra le dotazioni a bordo illuminazione Led, Wi-Fi, prese 220V e usb, telecamere laterali e frontali, telediagnostica da remoto e videosorveglianza intelligente. "E' un treno di superficie - ha spiegato il presidente di Fnm Andrea Gibelli - con le prestazioni di una linea metropolitana. I convogli sono stati progettati per le esigenze della Lombardia, dove ci sono tante stazioni vicine. Per questo abbiamo chiesto al produttore treni caratteristiche di accelerazione e di frenata come quelli della metropolitana. Per i pendolari lombardi significa più comfort, sicurezza e tutte le innovazioni tecnologiche di ultima generazione". Il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha sottolineato che l'arrivo dei nuovi treni "è un impegno che ci siamo presi per arrivare a un servizio degno di questa Regione. Questa è una prima risposta che si aggiunge alle assunzioni e all'intesa con Rfi che investirà sulla rete lombarda 14 miliardi in sette anni. La strada è questa, ci vuole tempo ma andremo avanti". Per l'amministratore delegato di Trenord Marco Piuri "questi treni ad alta capacità sono quello di cui la Lombardia ha bisogno. Riceveremo 100 treni di questa tipologia, il 25% della nostra flotta, che conta 400 convogli". La Lombardia, "è una Regione a mobilità crescente - ha aggiunto Piuri - che ha visto il 22% di passeggeri in più negli ultimi 5 anni, fino al dato record di 800mila passeggeri al giorno registrato nel 2018. Questi treni sono molto capienti e flessibili: possono essere composti per portare 650 persone, sedute, come anche il doppio. È quello che serve in una Regione in cui non esistono più, per chi viaggia in treno, orari di morbida. Abbiamo parlato spesso di vincoli strutturali: questo è il primo strumento per iniziare a superarli".

In collaborazione con:
FNM

Archiviato in