Ciocca, tempo scaduto basta teatrino Ue

'Non una parola per Pmi, agricoltura, turismo e ristorazione'

(ANSA) - MILANO, 27 MAG - "Sentiamo parlare ancora una volta di grandi cifre, dopo i mille miliardi promessi oggi ne propongono 750, di questi però solo una piccola parte saranno davvero a fondo perduto per l'Italia, circa 28, il resto è da considerarsi un prestito da ridare a Bruxelles a tassi e con tempistiche che ancora non conosciamo. Questi contributi avranno poi delle condizioni cioè saranno erogati solo a quei Paesi che faranno riforme in linea con i diktat europei". Lo afferma l'europarlamentare pavese della Lega, Angelo Ciocca, riguardo al Recovery Fund o piano Next generation Eu presentato oggi dalla presidente Von der Leyen al Parlamento europeo riunito in seduta plenaria.
    "Il tempo è scaduto, ogni giorno imprese chiudono e vengono persi centinaia di posti di lavoro" sottolinea Ciocca parlando di "teatrino europeo" e denunciando che "non si dice neanche una parola per piccole e medie imprese, agricoltura, turismo e ristorazione.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie