Responsabilità editoriale Xinhua.

Wang, bullismo Usa un rischio per equilibri mondiali

Intervista esclusiva al ministro degli Esteri cinese

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 07 AGO - "Il vero rischio per l'ordine nel sistema internazionale è che gli Stati Uniti, il Paese più forte del mondo, pongano i propri interessi al di sopra di tutto il resto e prendano questo come codice di condotta". A dichiararlo è stato il Consigliere di Stato cinese e il ministro degli Esteri Wang Yi.
    "E' stato un gesto estremo perseguire unilateralismo e bullismo, anche a scapito delle responsabilità internazionali e delle regole multilaterali", ha detto Wang a Xinhua in un'intervista esclusiva.
    All'apice del Covid-19 - ha ricordato - gli Stati Uniti sono arrivati al punto di attaccare e poi ritirarsi senza motivo dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. L'attuale amministrazione statunitense si è ritirata da più trattati internazionali di chiunque altro prima. E, secondo Wang, questo fatto è il più dannoso per l'attuale ordine internazionale.
    "La Cina - ha detto il ministro degli Esteri - è sempre stata una ferma sostenitrice dell'ordine e del sistema internazionali.
    Dalla fondazione della Nuova Cina, più di 70 anni fa, il Paese non ha mai iniziato una guerra, o occupato un solo centimetro di terra altrui". Ricordando poi che quest'anno ricorre il 75/o anniversario della vittoria antifascista nella Guerra mondiale e della fondazione delle Nazioni Unite, ha aggiunto: "Non dobbiamo permettere che il sistema internazionale venga compromesso arbitrariamente, o il mondo diviso di nuovo" .
    "In un momento in cui è in gioco il futuro del mondo - ha concluso Wang - la Cina continuerà a difendere e perseguire il multilateralismo, salvaguardare il sistema internazionale incentrato sulle Nazioni Unite e promuovere la multipolarità e una maggiore democrazia nelle relazioni internazionali".
    (ANSA-XINHUA).
   

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie