Messico, violenza ai massimi di sempre

Oltre 8.735 omicidi nel primo trimestre 2019, +8,9%

   Il primo trimestre del 2019 è stato il più violento nella storia del Messico con 8.737 morti violente, una cifra che ha superato dell'8,9% quella dello stesso periodo dello scorso anno. Lo riferisce il quotidiano El Universal di Città del Messico.
   
   Dati ufficiali pubblicati durante il fine settimana dal Segretariato esecutivo del Sistema nazionale di Sicurezza pubblica precisano che gennaio e marzo hanno registrato ognuno 2.931 morti violente, mentre febbraio ne ha avute 2.875.
   
   Già nel 2018 i 7.958 omicidi del primo trimestre avevano costituito un primato storico, da quando nel 1977 il Segretariato ha cominciato a preparare queste statistiche. Lo Stato messicano più violento nel periodo gennaio-marzo 2019 è stato Guanajuato (947 morti), seguito dallo Stato di Messico (769), dalla Baja California (747) e da Jalisco (720).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA