Borsa: Milano giù (-0,5%) con petrolio e banche, su Atlantia

Sofferenti banche e auto, male Leonardo, Tim e Poste

(ANSA) - MILANO, 29 SET - Debole per Piazza Affari (-0,5%), come il resto d'Europa, nell'attesa della notte del primo confronto Trump-Biden per le presidenziali Usa, col crescere dei contagi da Covid e l'oro che sale (+0,3%) a 1.891 dollari l'oncia. Tonfo dei petroliferi, col greggio che crolla (wti -4,3% verso sera) a 38,8 dollari al barile, da Saipem e Tenaris (-3,2%) a Eni (-2,8%). In difficoltà la maggioranza delle banche, nonostante lo spread chiuso a sfiorare 140 , in particolare Bper (-2,7%), Unicredit e Intesa (-1,1%), mentre hanno guadagnato Mps (+0,2%) e Banco Bpm (+0,1%). In calo Mediobanca (-1,5%) verso il rinnovo del Cda. Male Fca (-2,3%) e Exor (-2%), mentre viene presentato il board di Stellantis. Giù Leonardo (-3%), Poste (-1,9%) e Tim (-1,6%). Perde Campari (-0,8%) che lancia un bond.
    Bene Atlantia (+1,8%) alle battute decisive su Aspi e sprint fuori dal listino principale per Gabetti (+14,5%), Acotel (+11,5%) e Astaldi (+10,1%). Guadagni per Amplifon (+1,9%), tra i farmaceutici per Diasorin (+1,8%) e tra i semiconduttori per Stm (+1,7%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie