Borsa: Milano regina d'Europa (+2,9%) con banche, Fca ed Eni

Spread a 142, rally Mediobanca, Banco Bpm, Unicredit e Fineco

(ANSA) - MILANO, 11 AGO - Piazza Affari si conferma regina d'Europa (Ftse Mib +2,9%) a conclusione di una mattinata brillante per i mercati finanziari. La concomitanza tra il rialzo della fiducia economica in Germania (Zew a 71,5 ), le vendite di auto in Cina (+16,4%), il calo dello spread a 142 punti e il rialzo del greggio Wti sopra i 42,5 dollari al barile ha spinto le varie componenti del listino milanese più che altrove.
    Maglia rosa del paniere è Banco Bpm (+6,39%), congelata anche per eccesso di rialzo, indicata come protagonista del risiko bancario dopo il successo dell'Opas di Intesa (+2,24%) su Ubi.
    Ne sono convinti gli analisti e lo ha ribadito in un'intervista l'amministratore delegato Giuseppe Castagna. Segue Mediobanca (+5,89%) su ipotesi di un imminente via libera della Bce a Delfin, la finanziaria che fa capo a Leonardo Del Vecchio, ora poco sotto il 10%, a salire fino al 14% di Piazzetta Cuccia.
    Sprint di Fineco (+6,5%), congelata anche al rialzo, Unicredit (+4,6%), Generali (+4,19%) e Bper (+3,55%).
    Le immatricolazioni in Cina spingono Fca (+3,65%), Pirelli (+4,14%) e Cnh (+3,61%), mentre il rialzo del petrolio sostiene Eni (+3,23%) più di Saipem (+1,84%). Non riesce a fare prezzo la Roma (-4,3% teorico) dopo il crollo della vigilia. E' di oggi la conferma che l'Opa di Friedkin avverrà allo stesso prezzo di 11,65 centesimi riconosciuto a James Pallotta per il passaggio di mano che si concluderà lunedì prossimo 17 agosto. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie