Nielsen, famiglie 'golden' o 'low price'

Si assottiglia ceto medio, cambio abitudini per 6 mld di spesa

(ANSA) - MILANO, 14 FEB - I nuclei famigliari italiani, che in questo caso ricomprendono anche i single, sono sempre più 'golden' o 'low price', cioè agli estremi degli stili di consumo. Emerge dalla ridefinizione dei parametri di ricerca del panel sul largo consumo Nielsen costituito da 9.000 famiglie, che ora vengono divise per categorie e non più per la sola età o capacità di spesa.
    Le cinque categorie sono traditional, silver, mainstream, low price e golden, appunto: nel 2015 solo il 12% era golden - famiglie in genere in età centrale senza figli e propense ad acquisti premianti per sé e per i venditori, a partire dai prodotti bio - mentre nel 2017 erano il 17,4%. Parallelamente le low price, particolarmente attente al prezzo, sono passate dal 14,9% al 17,4%. In termini assoluti si tratta di una migrazione verso questi due stili di 2 milioni di famiglie e 6,6 miliardi di spesa annua, un segnale che "rispecchia la più generale polarizzazione economica e il conseguente assottigliarsi del ceto medio", afferma Nielsen.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who