Casati Modignani, tornano le quattro amiche

In 'Segreti e ipocrisie' e annuncia: ognuna avrà un romanzo

Maria Sole che dopo aver scoperto l'omosessualità del marito e vissuto la fine del suo matrimonio forse ritrova l'amore vero. Andreina che è incinta di un uomo sposato e non sa se gli parlerà della gravidanza. Gloria che non sa più se ama il suo compagno dopo aver incontrato il medico che cura suo padre e Carlotta che deve decidere cosa fare quando il suo amante lascia la moglie e all'improvviso è sospettosamente tutto per lei. Tornano le quattro "amiche del giovedì" di Sveva Casati Modignani in 'Segreti e ipocrisie' - il seguito del fortunato 'Festa di famiglia' - pubblicato da Sperling & Kupfer e subito primo nella classifica di narrativa italiana. Nel nuovo romanzo, che si concentra maggiormente sulla figura di Maria Sole, siamo sempre vicini al Natale, l'anno sta per finire e tutte e quattro le amiche hanno nuove sfide da affrontare, ma una cosa resta immutata, la grande solidarietà fra loro. "Nelle loro vite qualcosa sta cambiando, ma tra loro è tutto come prima. Sono solidali l'una con l'altra, sono come quattro sorelle, una famiglia. Quando le donne riescono a fare squadra tra loro è bellissimo. Gli uomini sono bravissimi a farlo, noi dobbiamo superare ancora tanti preconcetti culturali", dice all'ANSA Sveva Casati Modignani che sa conquistare i lettori raccontando temi eterni come l'amore, il tradimento e la vita che "è una battaglia". "Quando racconto le mie storie mi diverto e il mio divertimento si trasmette sulla pagina scritta e diventa contagioso", spiega la scrittrice che con i suoi romanzi, tradotti in venti Paesi, ha venduto oltre 12 milioni di copie. Nella sua tappa a Roma con il nuovo romanzo è andata a visitare il set della serie 'Il paradiso delle signore' di cui è una grande fan. "Ritrovo la Milano anni '50. Mi sentivo Alice nel paese dei balocchi', racconta sorridendo.
    E della genesi delle "amiche del giovedì" - come le chiama la proprietaria del ristorante dove si incontrano una volta a settimana Maria Sole, Gloria, Carlotta e Andreina - spiega: "'Festa di famiglia' doveva essere la storia di quattro donne, ma scrivendolo mi ha preso la mano. Ho approfondito la figura di Andreina e alla fine ho sentito che il finale era aperto.
    'Segreti e ipocrisie' parla maggiormente di Maria Sole". Alla fine, annuncia la Casati Modignani "ci sarà un romanzo per ogni amica. Il terzo potrebbe essere dedicato a Gloria e il quarto a Carlotta o viceversa". E', sottolinea la scrittrice bestseller "tutto un caso. Le cose succedono per caso ma devi lavorare altrimenti non accade nulla". Giovani, tra i 30 e i 40 anni, anche se Carlotta ne ha 44 ma è sempre una di loro, le protagoniste di 'Segreti e ipocrisie' ci mostrano come le donne oggi siano "molto più indipendenti e consapevoli delle loro scelte e molto meno portate al matrimonio" racconta la Sveva. "Mentre quando ero ragazza io una donna che non si sposava lo faceva per due ragioni, un difetto fisico o perché aveva 'peccato' e un uomo non la voleva più. E parliamo di 50 anni fa soltanto. Adesso siamo libere da quei preconcetti. L'aspetto economico gioca una parte importante: oggi nove donne su dieci lavorano. Hanno figli e spesso non hanno marito. Una donna riesce ad essere di più se stessa" sottolinea la scrittrice. Ma "per contrappeso, il maschio teme la consapevolezza e maturità delle donne e non sapendo come gestirle e manovrarle a suo piacimento le ammazza" afferma la Casati Modignani. Non bisogna però dimenticare che "la violenza sulle donne è sempre esistita ma non si ammazzava una donna e mezza al giorno come dicono le attuali statistiche" sottolinea e aggiunge: "il sistema maschilista troverà sempre nuove strategie per fare la guerra alle donne. Il '68 un segno per fortuna lo ha lasciato ma bisogna sempre combattere, la vita è una lotta e i diritti non sono mai acquisiti per sempre. Le ragazze non conoscono la fatica fatta dalle loro mamme e nonne". E di Greta afferma: "è un fenomeno molto importante. La voce tenera e acerba di una bambina ha smosso le coscienze. E' stata attaccata perché ha parlato la voce dell'innocenza che ti accusa e perché è una ragazza". E, mentre ci invita a combattere come le sorelle del suo 'Segreti e ipocrisie' la Casati Modignani ha "in mente una storia molto lunga per un nuovo romanzo", ma non si sa quando arriverà.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA