Woody di Toy Story perde la voce di Fabrizio Frizzi

Quando il conduttore tv diceva: 'Contento di essere stato all'altezza di un grande come Tom Hanks'

Il quarto capitolo di Toy Story, il celebre film d'animazione della Disney, perde in Italia la celebre voce di Woody. Fabrizio Frizzi, scomparso la scorsa notte, è stato il doppiatore italiano del giocattolo cowboy fin dalla prima comparsa della pellicola sul grande schermo in Italia, nel 1996. 

Frizzi ha doppiato Woody anche in Toy Story 2- Woody e Buzz alla riscossa (1999) e Toy Story 3 - La grande fuga (2010) e in diversi corti (Vacanze hawaiiane, Buzz a sorpresa, Non c’è festa senza Rex) e due special più corposi di una ventina di minuti ciascuno, Toy Story of Terror (2013) e Toy Story - Tutto un altro mondo (2014). Il prossimo episodio, Toy Story 4, è previsto invece nel 2019.

Ad affiancare la voce di Frizzi-cowboy Woody, c'è stato Massimo Dapporto, che ha doppiato invece l'astronauta Buzz Lightyear. Fabrizio Frizzi non ha mai nascosto la sua passione per i giocattoli: il mio gioco preferito - diceva - è la pista elettrica da cui deriva la mia passione per moto e auto. Ora continuo a giocare con il mio lavoro. Mi piace anche alimentare le storie d'amicizia come fanno Woody e Buzz. Questo film è straordinariamente spettacolare e fortemente educativo''.

Frizzi si è anche sempre detto soddisfatto di ''essere stato all'altezza di un grande come Tom Hanks'', voce di Woody nella versione originale del film. ''A Hanks mi accomuna - diceva il conduttore tv - la passione e l'entusiasmo che ho messo in questa avventura. L'accostamento con lui mi ha portato fortuna, mi ha fatto realizzare il mio sogno di quindicenne: fare l'attore brillante". Dopo Toy Story ha recitato con successo anche nella fiction Non lasciamoci più.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie