Cultura

Modelle e scatti fotografici, sfila Chanel

Virginie Viard, Lagerfeld fotografava lui stesso le campagne

(ANSA) - ROMA, 05 OTT - Tutto parte da uno scatto fotografico. La moda in fondo è fatta da clic, dove la magia della mano del fotografo e l'interpretazione dell'abito da parte della modella, fanno la fortuna o meno di quel capo pubblicizzato. Anche per la presentazione della nuova collezione di pret-a-porter per la Primavera/Estate 2022 di Chanel, tutto parte da un'immagine. La modella Vivienne Rohner scatta una foto: questo è il ritratto in bianco e nero che compare sull'invito e nell'allestimento della sfilata. "Perché la moda in fondo è fatta di vestiti, modelle e fotografi" conferma anche Virginie Viard, direttrice artistica della prestigiosa maison francese. "Karl Lagerfeld - prosegue la stilista, che per tanti anni e fino alla scomparsa del designer tedesco, è stata il braccio destro del Kaiser - fotografava lui stesso le campagne Chanel. Oggi invito i fotografi. Amo il modo in cui vedono Chanel. Mi sostiene e m'ispira".
    Il duo Inez & Vinoodh ha firmato infatti le immagini di questa collezione, inclusi cinque film con Lily-Rose Depp, Alma Jodorowsky, Jennie, Rebecca Dayan e Quannah Chasinghorse-Potts che ripetono tutti lo stesso gesto, una macchina fotografica in mano. "È un oggetto magico e un gesto sexy - aggiunge Viard - che evoca in me tanti ricordi. Adoravo il suono dei flash che si accendevano alle sfilate negli anni Ottanta, quando le modelle erano su una passerella rialzata. Volevo rivivere quell'emozione".
    E così Virginie Viard ha voluto ricreare quel tipo di passerella al Grand Palais Éphémère, a Parigi, uno spazio a misura d'uomo la cui atmosfera l'ha fatta ritornare indietro nel tempo. "Molti i costumi da bagno nella mia collezione - spiega Virginie - molto semplici in oro o bianco con rifiniture nere". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie