Libri: in tempo di Covid ricette per pranzo della domenica

Non si può uscire la sera e allora riscopriamo un rito antico

(di Anna Lisa Antonucci) (ANSA) - ROMA, 14 DIC - Il Covid ha stravolto le nostre usanze, cambiato le nostre abitudini, ci ha costretto a modificare, se non cancellare, i riti piacevoli come le cene con gli amici. Il lockdown prima, e il coprifuoco alle 22 instaurato per contenere la seconda ondata della pandemia, hanno impedito le riunioni serali, ma ci ha permesso di riscoprire una tradizione che si era quasi perduta: il pranzo della domenica.
    Per questo il libro di ricette, appena pubblicato da Barbara Toselli, per le edizioni Gribaudo, che si intitola appunto 'Il pranzo della domenica' sembra arrivare con una tempistica perfetta. IL sottotitolo recita ''con gli amici, in famiglia, in due. Ricette e idee per riscoprire i piaceri della convivialità''. L'obiettivo dell'autrice è quello di fornire idee per preparare piatti semplici e godersi l'occasione di mescolare il buon cibo, alla compagnia, alle chiacchiere, ai ricordi e ai progetti futuri, seduti intorno ad un tavolo. Come confessa Barbara Toselli, la maggior parte delle idee e delle ricette arrivano dalle donne della sua famiglia, la madre, la zia Margherita e la suocera, e non è un caso perché, come sostiene l'autrice, anche se i più grandi chef del mondo sono uomini, Il cucinare per pochi intimi, per il proprio partner,'' è inevitabilmente una dimensione femminile''. Per questo la frase d'amore più vera, come dice Barbara Toselli citando Elsa Morante, è :''hai mangiato?''. Ed organizzare il pranzo della domenica, secondo l'autrice, è il modo migliore per godersi la compagnia: ''c'è l'intera giornata del sabato per fare la spesa e organizzare il menu, e la mattina della domenica per gli ultimi passaggi''. Poi il pomeriggio, quando gli ospiti saranno andati via , dice ancora,'' avremo il tempo di riordinare la casa e concederci una domenica sera di meritato riposo e relax''. Dunque si parte con quello che è il piatto tradizionale del pranzo della domenica: il pollo arrosto, che l'autrice raccomanda di massaggiare con olio e limone prima di prepararlo per metterlo in forno. Ma se si vuole aprire il pranzo con l'antipasto, Barbara Toselli consiglia che non sia un insieme di freddi stuzzichini ma un solo piatto, di piccole proporzioni, da servire rigorosamente a tavola. Per i primi piatti si ricorda che la regina della domenica è stata sempre la pasta fresca, declinata in vari modi a seconda della stagione. Tra i secondi, da non perdere il 'polpettone di zia Margherita', ''ricco, vario e di una bontà proverbiale''. Tra le ricette del libro non mancano i piatti di pesce e i consigli per preparare divertenti e semplici contorni. Per finire, comme il faut, ecco i dolci, che per non esagerare devono essere piccoli ma golosi. E l'autrice conclude con una notazione molto vera: la sera della domenica, dopo un pranzo che si rispetti, la frase più gettonata è ''io stasera non mangio''. ''Salvo poi - rileva Toselli - ritrovarsi verso le 21 a gironzolare in cucina in cerca di qualcosa da spiluccare''. Dunque, a chiudere il libro, ecco 3-4 ricette per piatti veloci e sfiziosi che utilizzano gli avanzi del pranzo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie