Nomadi digitali, idee e consigli pratici

L'ultima guida di Lonely Planet per il lavoro a distanza

ROMA - A.A.V.V. 'NOMADI DIGITALI (Lonely Planet, pp. 168, 18,00 euro)

Inviare fatture dalla spiaggia, scrivere relazioni da una valle di montagna e confrontarsi con i clienti da un bar all'aperto nella piazzetta di un villaggio. Con la rivoluzione digitale si può. Il lavoro a distanza - sia per se stessi che per un'azienda - è una tendenza in rapida crescita, con centinaia di migliaia di "nomadi digitali" che ora vivono e lavorano in tutto il mondo. Questo libro di Lonely Planet fornisce consigli pratici a chi cerca di viaggiare di più, sfuggire alla quotidianità e creare un equilibrio flessibile tra lavoro e vita privata.

Diviso in due sezioni, Nomadi digitali illustra gli aspetti pratici del lavoro su strada, i cambiamenti nella carriera, la famiglia e le relazioni, cosa fare con le proprie 'cose', come superare le comuni paure pre-partenza o mantenersi in salute sulla strada. La seconda parte mostra una serie di destinazioni ideali per i nomadi digitali, offrendo informazioni di viaggio e sulla località in questione, pro e contro, dalle spiagge di Bali alle luci al neon di Seoul. I capitoli includono: 10 vantaggi di essere un nomade digitale; Che lavoro fanno i nomadi digitali?; 15 articoli che ogni nomade digitale dovrebbe portare con sé; Essere uno straniero in una terra straniera; 10 modi per superare la solitudine; Destinazioni top per i nomadi digitali.

Scritto da alcuni degli 'esperti nomadi' di Lonely Planet, il libro raccoglie consigli, intuizioni e racconti di vita reale su cosa vuol dire davvero lavorare sulla strada. Come dice Matt Kepnes, scrittore e fondatore di www.nomadicmatt.com: "Pianificare. Prepararsi. E poi tuffatevi".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie