Nasce premio Intersezioni. Italia-Russia

Vincitore del riconoscimento il 13 giugno a Mosca

(ANSA) - ROMA, 19 APR - Nasce il Premio bilaterale 'Intersezioni. Italia-Russia' che premia il talento letterario con la traduzione e avrà cadenza annuale. Il vincitore sarà annunciato il 13 giugno a Mosca in una cerimonia alla Biblioteca delle letterature straniere. Istituito dal Centro per il libro e la lettura con l'Istituto Italiano di Cultura di Mosca, il premio di 5 mila euro offre al vincitore la possibilità di vedere il proprio libro tradotto e pubblicato dall'italiano al russo e viceversa.
    "Il Centro per il libro e la lettura - spiega la direttrice, Flavia Cristiano - è costantemente attivo nella promozione di iniziative analoghe, fondamentali per la creazione di un contesto nel quale la nostra migliore produzione letteraria possa farsi conoscere e apprezzare all'estero". "I lettori russi e italiani si stanno dimostrando sempre più interessati alle rispettive produzioni editoriali, specchio di culture diverse ma per molti aspetti affini" dice Olga Strada, direttrice Istituto Italiano di Cultura di Mosca.
    "Il Premio 'Intersezioni. Italia-Russia' guarda proprio in tale direzione, puntando ad agevolare ulteriormente - sottolinea la Strada - questo dialogo attraverso la traduzione dalle, e nelle, due lingue".
    Presieduta dalle stesse Cristiano e Strada, la Commissione è composta da personalità di spicco del mondo culturale, invitate a selezionare e votare i titoli in gara. Si parte con la premiazione di un libro italiano in Russia e in questo caso spetta ai giurati italiani proporre le opere da votare.
    Viceversa, per l'edizione successiva, i ruoli si invertono.
    Fanno parte della giuria: Filippo La Porta, saggista e critico letterario, lo scrittore e traduttore Paolo Nori, lo scrittore e saggista Alberto Rollo e i loro colleghi russi Anna Jampol'skaja, traduttrice e filologa e Evgenij Solonovic, italianista e traduttore.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA