Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Cinema
  4. Chris Hemsworth,"il mio Thor è molto rock"

Chris Hemsworth,"il mio Thor è molto rock"

Nel nuovo film Marvel ironia, dramma e caos

 Tanta ironia, dramma e soprattutto caos in THOR: LOVE & THUNDER dei Marvel Studios, che arriva nelle sale dal 6 luglio distribuito da The Walt Disney Company.
    Con il Dio (Chris Hemsworth) che si deve inventare come nuovo: "Thor è l'unico personaggio a fare un quarto film finora, quindi bisognava fare qualcosa di diverso, fare ancora meglio con questo personaggio", spiega l'attore australiano.
    "Thor: Love & Thunder sembra simile a Ragnarok in termini di tono e stile, ma volevamo raddoppiare in quanto a mondi e situazioni folli in cui abbiamo inserito Thor", sottolinea il regista Waititi. Insomma, cast all star, e tanti i cambiamenti per questo blockbuster Marvel.
    Intanto gli sforzi di Thor sono ostacolati da un assassino galattico noto come Gorr il Macellaio degli Dei (un irriconoscibile Christian Bale), che ha una sola mission: la messa a morte di ogni divinità. Per combattere questa minaccia, Thor chiede l'aiuto di re Korg (Taika Waititi) e dell'ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman), che - con sorpresa del Dio nordico - brandisce inspiegabilmente il suo martello magico, Mjolnir. Insieme, si avventureranno in un lungo viaggio cosmico per scoprire il mistero della vendetta del Dio Macellaio e fermarlo prima che sia troppo tardi.
    "L'intera estetica del film volevamo fosse come una tavolozza colorata roboante e rumorosa come le copertine di album rock degli anni Ottanta e che si evoca anche nel titolo - dice il regista-. Così non a caso sono andato ad attingere alla musica dei Guns and Roses, la mia band preferita di tutti i tempi. E poter usare quella musica (è quello che accade nelle battaglie) riflette esattamente il tipo di folle avventura che stavo portando avanti visivamente".
    Dice invece Christian Bale: "È molto più facile interpretare un cattivo che interpretare un eroe come fa Chris. Si sa, tutti sono subito affascinati dai cattivi. Certo il mio personaggio può non essere simpatico, ma vedendo la sua storia capisci comunque il perché è arrivato ad essere così". "È bello, caotico e pieno di caos pazzo? È un viaggio alla scoperta di sé e allo stesso tempo divertimento e stravaganza - dice ancora Hemsworth - . E c'è tanta musica dietro la telecamera. Taika Waititi ama queste storie, questi personaggi è come se sapesse esattamente cosa vuole vedere un fan. Da qui questa spontaneità e la natura imprevedibile del film". Un cosa possibile questa, secondo il regista, grazie alle virtù del Supereroe protagonista: "Sento davvero che Thor, più di ogni altro personaggio del MCU, si presta ad imbattersi in creature grandi e colorate provenienti da mondi diversi. Ha una sorta di spavalderia quando incontra questi alieni". Dalla Portman un ringraziamento al suo personaggio che le ha dato, spiega, "la possibilità di esplorare una super-eroina femminile forte, ma anche abbastanza vulnerabile e debole proprio come un essere umano. Vestire i panni di Chris mi ha fatto capire poi quanto lavoro c'è dietro quel personaggio".
    Un discorso a parte per i camei che si trovano nel film. In THOR: RAGNAROK Matt Damon interpretava un attore che, all'interno di una commedia teatrale, vestiva i panni di una falsa versione di Loki e ora in THOR: LOVE & THUNDER torna in questo ruolo sempre all'interno di una compagnia di improbabili attori. Un lungo e divertente cameo è invece quello di Russel Crowe nei panni di uno Zeus, malato di sesso e sempre pronto ad organizzare orge. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie