Preside licei Camerino,la scuola riparte

Esame storico,su spalle nostri maturandi emergenze covid e sisma

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 15 GIU - "La maturità in presenza segna la ripartenza della scuola italiana": a dirlo all'ANSA è Francesco Rosati, il dirigente scolastico dei Licei "Costanza Varano" di Camerino, uno dei maggiori centri del cratere sismico. "Arriviamo a questo appuntamento con un po' di concitazione per le nuove misure anti covid, ma siamo pronti. Tutto si svolgerà in totale sicurezza", aggiunge. "Sarà un esame storico e i miei 170 studenti ci arrivano non solo dovendo gestire l'emergenza coronavirus, ma anche col peso sulle spalle di un post terremoto che è ancora emergenza da queste parti" sottolinea il dirigente. "Hanno avuto un percorso didattico accidentato i nostri maturandi - dice ancora Rosati -, ma sono sicuro che le difficoltà che hanno dovuto affrontare e superare, grazie anche al corpo docente, li renderanno ancora più forti e pronti ad affrontare l'università o direttamente il mondo del lavoro". Sulla ripresa del nuovo anno scolastico a settembre, Rosati si dice fiducioso: "La maturità - spiega - in tal senso sarà un banco di prova, ma confido molto sulle indicazioni del governo e sulle istituzioni locali". "Al di là delle difficoltà affrontate - conclude il preside - sono molto dispiaciuto che la scuola si sia conclusa per chi affronterà la maturità senza quei riti di sempre, come la festa a 100 giorni dagli esami o il saluto per l'ultimo giorno. Ma - aggiunge - confido di riabbracciare i miei studenti a Natale quando faremo la consegna dei diplomi". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie