A Boeri pianificazione Castelsantangelo

Primo Comune del cratere ad affidare incarico Piano attuativo

(ANSA) - CASTELSANTANGELO SUL NERA (MACERATA), 22 NOV - Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata, è il primo Comune dell'intero cratere sismico ad affidare l'incarico per la redazione del Piano Attuativo per la ricostruzione post sisma. Tra i progettisti l'arch. Stefano Boeri e l'ing. Franco Braga. L'incarico è stato affidato con procedura di Gara Europea, espletata dalla Suam della Regione Marche per l'affidamento dei servizi tecnici di architettura e ingegneria e dei servizi per la Pianificazione Attuativa su 9 perimetrazioni (una nel capoluogo, le altre nelle frazioni). Ad occuparsi della pianificazione attuativa - annuncia il sindaco Mauro Falcucci - "sarà un importante raggruppamento di professionisti, che fa capo alla Soc. Coop. Mate, Capogruppo/Mandataria e che vede tra gli altri la partecipazione dell'arch. Stefano Boeri e del prof. Franco Braga". Del raggruppamento fanno parte "Mate Soc. Coop., Stefano Boeri Architetti srl, Pro.ge. 77 srl, Nhazca srl, D.R.E. Am. Italia Soc. Coop.Dott. Antonio Montemurro. "L'attività di Pianificazione Attuativa connessa agli interventi di ricostruzione nel centro storico e nei nuclei urbani maggiormente colpiti dagli eventi sismici - aggiunge Falcucci -, nasce dalla necessità di governare in tempi brevissimi il processo di ricostruzione non solo del territorio comunale ma di un comprensorio più ampio". Un'attività che "aiuta ad inquadrare meglio ciò che il sisma ha distrutto, non solo fisicamente ma anche socialmente, culturalmente ed economicamente, a valutare le criticità pregresse di una condizione di decadenza e trasformarle in potenzialità". Così la ricostruzione non si limita "al recupero e restauro delle singole costruzioni danneggiate", o "mera replicazione delle strutture fisiche distrutte", ma - spiega Falcucci - "ha il più ampio significato di ripristinare e ripensare quel complesso di funzioni urbane, sociali, economiche che connotano un territorio". E in questo senso la ricostruzione diventa "anche una opportunità di ripensamento del territorio e di adeguamento alle nuove esigenze". Intanto il Comune di Castelsantangelo sta lavorando ad un protocollo d'intesa operativo per una migliore collaborazione con a struttura del commissario alla ricostruzione, l'Ufficio Speciale per la Ricostruzione Marche, Provincia di Macerata, Ente Parco dei Monti Sibillini, Soprintendenza.(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA