Sisma,ritornano 51 opere arte restaurate

Anci Marche e Pio sodalizio Piceni, prima tappa mostra ad Ascoli

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 19 NOV - A tre anni dal terremoto del 2016 tornano nei "luoghi del sisma" 51 opere d'arte restaurate a cura di Anci Marche e Pio Sodalizio dei Piceni, con il supporto scientifico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche e il contributo della Regione Marche, destinato agli eventi espositivi e alla valorizzazione e promozione del territorio e del suo patrimonio culturale. La prima delle tre tappe previste per l'esposizione itinerante - che racconta e illustra i risultati di questa campagna di restauri - sarà Ascoli Piceno dove dal 24 novembre verrà esposta una significativa selezione di 37 opere nell'ambito della mostra "Rinascimento marchigiano". Opere d'arte restaurate dai luoghi del sisma a cura di Stefano Papetti e Pierluigi Moriconi, frutto della convenzione siglata da Anci Marche e Pio Sodalizio dei Piceni nel 2017, con cui si è avviato un importante lavoro di recupero delle opere d'arte danneggiate. Ora, a tre anni di distanza, tutto è pronto per mostrare i risultati ottenuti. In collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, è stato individuato per il recupero e il restauro un nucleo di 51 opere marchigiane di proprietà di 17 differenti Enti pubblici ed ecclesiastici delle province di Ascoli, Fermo e Macerata. In mostra 37 opere che, spiega il curatore Stefano Papetti, "vanno dal '400 al '700, alcune dall'alto valore devozionale e non storico-artistico ed altre invece dal grande valore storico-artistico". Gli interventi di restauro sono stati eseguiti da tecnici tutti marchigiani, in collaborazione con l'Università di Camerino e l'Università di Urbino e la direzione scientifica della Soprintendenza, Dopo la prima tappa di Ascoli, dal 18 febbraio al 5 luglio 2020 approderà a Roma, presso il Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro del Pio Sodalizio dei Piceni. Si concluderà a Palazzo del Duca di Senigallia, dal 23 luglio al 3 novembre 2020.(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA