Sisma, presentato 3/o Marche InVita

Tra protagonisti Emma Dante, Enrico Lo Verso e Giobbe Covatta

(ANSA) - ANCONA, 22 LUG - Più di 60 gli appuntamenti previsti, oltre 400 gli artisti coinvolti nella sola prima fase attuativa fino a dicembre 2019, cui si aggiungeranno molti altri appuntamenti nel cratere in un programma che si svilupperà per tutto il 2020 con la collaborazione di 53 associazioni del territorio. Sono cifre della 3/a edizione del progetto "Marche InVita" per rivitalizzare le aree colpite dal sisma con musica, spettacoli, teatro, danza e animazione. Iniziativa promossa e finanziata dall'assessorato regionale alla Cultura con contributo del Mibac, insieme a Consorzio Marche Spettacolo e Amat. Tanti i protagonisti: Giobbe Covatta, Franco Nero, Emma Dante, Mario Brunello, Saverio Marconi, Enrico Lo Verso, Irama, Filippo Graziani; a loro si affiancheranno artisti emergenti per un lungo festival diffuso. "E' un grande progetto - ha commentato l'assessore Moreno Pieroni - attraverso cui è possibile tenera alta l'attenzione sulle aree del sisma grazie ad appuntamenti ed eventi di particolare rilevanza artistica". Fitto il calendario di spettacoli presentato da Gilberto Santini (direttore dell'Amat e del Consorzio Marche spettacoli) e da Simona Teoldi (Assessorato Cultura). In calo rispetto allo scorso anno i fondi statali a disposizione: dai circa 2 milioni di euro del 2018 a un milione di quest'anno. "Nostro obiettivo - ha detto Pieroni - è inoltre quello di creare sinergie importanti tra il turismo che si riversa sulla costa e quello delle aree interne per una fruizione completa dei paesaggi, dell'ambiente e della cultura che le Marche possono offrire, possibilmente allungando la stagionalità del turismo, come può avvenire con gli appuntamenti di Marche InVita che proseguono sino al 2020, toccando gli 87 comuni del cratere". "Ci auguriamo - ha detto Santini - che il progetto possa proseguire considerando che in questi anni ha riscosso un grande successo artistico ed ha avuto un grande impatto sociale sulla stessa popolazione, riportando sul territorio i cittadini e richiamando un gran numero di turisti, sia italiani che stranieri".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA