Ancora demolizioni S. Pellegrino Norcia

Comune chiede di abbattere altri otto edifici danneggiati sisma

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 14 GIU - Va avanti il piano delle demolizioni post sisma a San Pellegrino di Norcia. "Vedere radere al suolo il nostro paese fa male al cuore", commenta con l'ANSA, Luciano Severini, uno dei principali animatori del borgo, il più colpito dal sisma insieme a Castelluccio. Il Comune ha appena licenziato un'altra ordinanza in cui si chiede di abbattere altri otto edifici a partire dal prossimo 29 giugno. "Nelle prossime ore - racconta Severini - sarà avviata una maxi demolizione che di fatto cancellerà a parte sinistra del centro abitato di cui ormai è rimasto ben poco". A San Pellegrino il terremoto ha distrutto circa il 90% delle abitazioni. "Fa impressione e provoca dolore a tutta la comunità - aggiunge Severini - il fatto che non si riesce più a distinguere lo stato dei luoghi e si fa fatica a riconoscere le abitazioni rimaste ancora in piedi". A San Pellegrino, nel febbraio 2017, è stato realizzato il primo villaggio Sae dell'intero cratere del Centro Italia. E qui, nei giorni successivi al terremoto del 24 agosto, aveva fatto visita anche Papa Francesco. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: