In 3.36',foto raccontI soccorritori Gus

Associazione 'collettore' donazioni, 500 mila euro da cittadini

(ANSA) - PORTO SANT ELPIDIO (FERMO), 13 MAR -'Ore 3.36' è il titolo della pubblicazione curata dal Gus (Gruppo umana solidarietà) che contiene i racconti scritti e le foto scattate in prima persona dagli operatori e dai volontari impegnati per mesi nel cratere sismico e nei residence sulla costa con le famiglie terremotate delle Marche. "Con 'Ore 3.36' - ha detto Paolo Bernabucci, presidente del Gus, durante la presentazione a Porto Sant'Elpidio - vogliamo ringraziare gli operatori che hanno lavorato per la popolazione colpita dal terremoto, con grande energia e grande spirito, dal 24 agosto 2016, e in alcuni paesi continua ancora oggi. Con grande orgoglio - ha concluso - raccontiamo ciò che siamo riusciti a fare e diamo conto dei fondi raccolti attraverso le rete di associazioni e fondazioni che si sono rivolte a noi per veicolarle alle aree colpite". La pubblicazione contiene anche un dettagliato resoconto dell'attività di collettore svolta dal Gus con associazioni, fondazioni e privati che hanno contribuito alla ricostruzione tramite donazioni per l'acquisto di moduli abitativi e a supporto degli allevamenti, di stufe, frigoriferi; ma anche finanziando i centri di ascolto, dando un ulteriore e necessario aiuto, indispensabile per la ripresa delle attività produttive e per fronteggiare l'emergenza abitativa e scolastica. Tra i primi a intervenire la Fondazione La Stampa-Specchio dei Tempi, storico partner del Gus, a cui si sono affiancati: Oxfam Italia, Fondazione De Agostini, Dea Capital, Top Digital, Vulcangas, Associazione Luca Casto e World Vision. Poi ci si sono state donazioni di cittadini per circa 500 mila euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA