Sicilia

  1. ANSA.it
  2. Sicilia
  3. Speciali
  4. Von der Leyen, Sicilia pioniera per il solare

Von der Leyen, Sicilia pioniera per il solare

Commissione Ue loda progetto Enel a Catania

Redazione ANSA PALERMO

(ANSA) - PALERMO, 14 SET - La Sicilia entra nell'élite europea per la transizione energetica. E lo fa grazie al progetto di Enel Green Power che a Catania sta investendo nella fabbrica 3Sun che diventerà il più grande sito di produzione di moduli fotovoltaici innovativi, sostenibili e ad alte prestazioni. A evidenziarne l'importanza strategica è stata la presidente della Commissione Ue, Ursula Von Der Leyen, nel discorso sullo Stato dell'Unione. La "necessaria trasformazione" verde dell'energia in Europa "è iniziata" ha detto. E "sta accadendo nel Mare del Nord e nel Mar Baltico, dove i nostri Stati membri hanno deciso di investire massicciamente nella produzione eolica offshore - ha aggiunto - Sta accadendo in Sicilia, dove la più grande fabbrica solare d'Europa produrrà presto la nuova generazione di pannelli. E sta accadendo nel nord della Germania, dove i treni locali ora viaggiano con idrogeno verde". Il richiamo dedicato alla Sicilia si riferisce all'impianto fotovoltaico realizzato nel 2010 a Catania. Ad aprile, Enel Green Power e la Commissione europea hanno firmato un accordo di finanziamento agevolato a fondo perduto che contribuirà allo sviluppo di Tango (Italian pv Giga factory). Così 3Sun "si prepara a diventare la più grande fabbrica europea per la produzione di moduli fotovoltaici bifacciali ad elevate prestazioni" creando circa mille posti di lavoro diretti e indiretti entro il 2024. L'investimento totale per l'espansione della fabbrica ammonta a circa 600 milioni di euro, di cui all'impegno di Egp si aggiungerà un finanziamento dell'Ue per quasi 118 milioni di euro in arrivo dall'Europa tramite grants da Pnrr e Innovation Fund. Il progetto comporterà un aumento della capacità di produzione di 15 volte, fino a 3 GW l'anno dagli attuali 200 MW.
    "I pannelli prodotti annualmente permetteranno una riduzione di emissione di CO2 pari a 2,5 milioni di tonnellate per ogni anno di esercizio, con un risparmio di 1,2 milioni di metri cubi di gas", spiega Eliano Russo, ceo della Gigafactory.
    "I primi 400 MW saranno operativi tra 12 mesi, a settembre 2023, mentre i restanti 2,6 GW partiranno da luglio 2024 - aggiunge - Il cantiere è già aperto e, nonostante le difficoltà di costo e di approvvigionamento, siamo nei tempi e nel budget". La 3Sun punta su una nuova tecnologia all'avanguardia: l'eterogiunzione, "più efficiente e più stabile. Il pannello ha una vita più lunga, è più circolare e più sostenibile". In pratica si produce di più e in modo più sostenibile. L'obiettivo, sottolinea ancora Russo, è quello di emanciparsi progressivamente ma definitivamente dalla Cina: "Nel medio periodo, a partire dal 2025, la supply chain sarà completamente europea. Il che significa rispetto del lavoro, dei limiti delle emissioni, delle regole su sostenibilità e sullo smaltimento e lo scarto dei materiali". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie