Rifiuti:Sicindustria, no ad aumento della Tari, città invasa

"E sporca, annega tra cumuli di spazzatura"

(ANSA) - PALERMO, 04 MAR - "L'aumento della Tari, gli extra costi di gestione della discarica di Bellolampo, la città invasa dai rifiuti sono l'ennesima conferma di un solo dato: non si fa sviluppo con le false ideologie". Lo afferma Sicindustria in una nota.
    "Il disastro si riassume con questa sintesi: più tasse, più rifiuti. E questo è il risultato della mancanza di programmazione di strutture e impianti, del fallimento di una gestione ordinaria senza la mancanza di un modello organizzativo valido che faccia leva su ricerca e tecnologie avanzate - prosegue - Il rimpallo di responsabilità tra Regione e Comune non è un refrain che le imprese possono accettare. Il tema oggi è uno solo: occorre portare ad efficienza il sistema ed evitare nuovi balzelli".
    "La città è sporca, annega tra cumuli di spazzatura. La colpa è di chi sporca, ma anche di chi non dispone i controlli. - lamenta la nota - Le imprese sono stanche di subire passivamente aumenti delle tasse dovuti non ad un miglioramento dei servizi ma solo a coprire deficienze di programmazione". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie